Home  Cerca   Mailing List   Preferiti   Segnalazione Errori   Segnala ad un Amico   Contatti 
 
Selezione Area

 

 CSB
 Corsi di Studio
 Area Riservata


 
CSB
 CSB
 Chi siamo
 Presidente

 News

 CSB BLOGS

 Eventi
 Calendari
 Conferenze
 Lezioni
 Seminari
 Seminari ECM
 Seminari per Aziende
 Presentazioni

 Gallery
 Foto
 Video

 Catalogo

 Downloads
 Articoli
 Estratti Dispense

 Press
 Referenze
 Stampa
 Testimonianze Corsisti

 Links
 Collaborazioni
 Altri siti
   

Conferenze : Il Viaggio di Dante e la Bhagavad Gita

Esperienza di Inferno, Purgatorio e Paradiso per l'uomo contemporaneo

Napoli29 Giugno 2011 ore 17.00
Cripta Neapoletana 
- Parco Letterario della Tomba di Virgilio, Piedigrotta (Mergellina) - Napoli
Relatore: Marco Ferrini, Fondatore e Presidente del Centro Studi Bhaktivedanta

Il 29 giugno 2011, nella cripta neapolitana del Parco Letterario della Tomba di Virgilio a Piedigrotta (Napoli), Marco Ferrini ha tenuto un evento su "Divina Commedia e Bhagavad-gita", descrivendo il rapporto tra Dante e Virgilio, tra Arjuna e Krishna, e gli insegnamenti spirituali che accomunano queste due grandi opere d'Oriente e d'Occidente.


L'evento, introdotto  dagli interventi musicali di Guido Schiraldi con il sitar e di Marco di Palo con il violoncello, si è svolto con il Patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli e con il Patrocinio morale della Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici ed etnoantropologici per Napoli e provincia.
 
“Napoli nasconde tesori immensi: ad ogni angolo ritroviamo tracce di una cultura e saggezza antica. Chi mai l'avrebbe detto?! A pochi metri dalla metropolitana, nel parco di Piedigrotta, si trova quella che è passata alla storia come la tomba di Virgilio: il moderno si intreccia con i resti di un'antica civiltà, e questi resti non sono solo fisici. Si sentono nell'etere, sono rimasti come archetipi nella mente collettiva e ne possiamo sperimentare il valore leggendo le opere che gli antichi ci hanno lasciato in eredità.
Entriamo in una grotta. E' qui dove si svolgerà l'evento. Si tratta della cripta neapolitana, o Grotta di Posillipo. Una galleria lunga quasi mille metri, scavata nel tufo.
Una leggenda vuole che sia stata realizzata da Virgilio in una sola notte, col ricorso alla sua potente arte magica.
La storia ci dice che fu costruita per volere di Marco Vipsanio Agrippa, come parte di una rete di infrastrutture militari e poi rimase in uso fino alla fine dell'ottocento come infrastruttura civile.
Imponente opera di ingegneria, un traguardo di eccellenza per le conoscenze tecniche dell'epoca in cui fu costruita, la galleria ha continuato a meravigliare anche nei secoli successivi.
Quando si è dentro, il richiamo è chiaro: siamo nel passaggio tra la morte e la vita, tra la luce e il buio.
Man mano che si avvicina l'orario di inizio dell'evento, arrivano persone che hanno deciso di approfondire il rapporto tra Divina Commedia e Bhagavad-gita e l'attualità degli insegnamenti che esse veicolano. Alla fine siamo più di duecento, raccolti in questo luogo suggestivo, al riparo dalla calura estiva, in cui riecheggiano in maniera potente gli insegnamenti che Virgilio impartisce a Dante e quelli che Krishna offre ad Arjuna, e a tutti noi.
Krishna, ci spiega Marco Ferrini, insegna ad Arjuna a vedere la realtà dietro le apparenze. E così fa Virgilio con Dante. Man mano che ascoltiamo, realizziamo che queste due grandi opere sono straordinariamente vicine e attuali.
Che ognuno di noi si chieda quanto riesce ad andare in profondità nella comprensione del senso della vita! Cosa conosciamo di noi e degli altri? La maschera dell'ego o il volto del sé? Rimaniamo ai margini o andiamo al centro del significato delle cose? 
Krishna solleva un tema di grande valore, quello dell'identità, per insegnarci a ritrovare consapevolezza della nostra originaria natura spirituale. E anche Virgilio, vate e profeta, aiuta e guida Dante ad uscire dalla selva oscura delle false identificazioni e dei conseguenti condizionamenti.
Quando Dante alza lo sguardo al bel colle illuminato, viene attaccato da paure inconsce e da forze titaniche che si scontrano nell'arena della psiche. Sì, la selva oscura della Divina Commedia e il campo di battaglia di Kurukshetra della Bhagavad-gita rappresentano la nostra interiorità, laddove si combatte una battaglia perenne: tra le forze del male e le forze del bene, tra  l'ego e il sé.
Nella Commedia e nella Gita vengono rappresentati e descritti i vizi e le passioni che si annidano nella psiche umana, e vengono anche suggerite soluzioni pratiche per trasformare le energie tossiche in energie ecologiche, evolutive. Vengono svelate le debolezze degli uomini, ma infine trionfa la loro capacità di redenzione. Ed è in ciò che principalmente risiede il valore delle due opere. Non si rimane nell'inferno o sulla terra; si oltrepassa il muro dei condizionamenti e si spicca il volo verso le dimensioni più elevate della coscienza, fino alla riscoperta del rapporto d'Amore con Dio e con ogni essere. La Gita indica decisamente un sentiero verso l'Amore, e così fa la Commedia, entrambe con il loro peculiare approccio. E' comune il forte richiamo al compimento del proprio dovere etico-morale e all'assunzione delle proprie responsabilità come presupposto imprescindibile per vincere quella battaglia che ognuno di noi è chiamato a combattere: “la guerra sì del cammino e sì de la pietate”.
Se leggessimo e confrontassimo alcuni passi della Divina Commedia e della Bhagavad-gita, ci stupiremmo nello scoprire quanto essi convergano e addirittura coincidano. Nonostante i secoli e le migliaia di chilometri che hanno separato queste due grandi opere, è possibile che ci sia stato un travaso di sapere? Se così non fosse, queste coincidenze si spiegano con qualcosa che sicuramente non è meno sorprendente: chi aspira ad un bene superiore, a valori reali, si ritrova unito e comunica al di là di spazio e tempo, perché realizza e condivide ciò che ha dimora perenne nella coscienza universale”.


locandina

Per Informazioni

Segreteria CSB:
tel 0587 733730
Cell. 320 3264838
Cell. 340 7830920
secretary@c-s-b.org



Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine

   
 
 
Links Correlati
· Inoltre Conferenze
· News by Staff


Articolo più letto relativo a Conferenze:
Personalità Karma e Destino nella Psicologia Yoga e Ayurveda

 
Opzioni
 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico

   
Argomenti Correlati

Conferenze
   

     
 
Riservatezza dei dati © COPYRIGHT Centro Studi Bhaktivedanta 2017 CF 90021780508